Quello che forse non sai su come usare i social network per lavoro

Un numero sempre maggiore di aziende e professionisti sta imparando come usare i social network per lavoro.

Infatti, i social network rappresentano il mezzo più pratico per:

  • farsi conoscere da tante persone;
  • intercettare il proprio pubblico;
  • comunicare facilmente con i potenziali clienti.

Inoltre nel tempo, con una corretta strategia di comunicazione, i social costituiscono una delle migliori opportunità per aumentare il fatturato.

I benefici di un’adeguata comunicazione social

Usare i social network per promuovere un’attività ha l’obiettivo di aumentare:

  • la fedeltà al marchio,
  • la probabilità di trasformare gli utenti in clienti.

Questo perché, intrattenendo una comunicazione costante e diversificata, cioè non finalizzata esclusivamente alla vendita, i clienti saranno naturalmente portati a servirsi sempre della stesso azienda o libero professionista.

Inoltre, la comunicazione social è il modo più efficace di attirare l’attenzione e suscitare l’interesse delle persone e, nel tempo, invogliarle a comprare.

Come usare i social network per lavoro

In generale, essere presente sui social in maniera adeguata significa stabilire relazioni professionali utili alla nostra attività.

Queste relazioni superano il rapporto fornitore-cliente e consistono nell’attirare l’attenzione, coltivare l’interesse e suscitare il desiderio negli utenti con cui entriamo in contatto.

Questo percorso si conclude con un’azione, per esempio:

  • il download di un contenuto gratuito, 
  • prenotazione di un appuntamento,
  • la richiesta di un preventivo.

Leggi anche:

Talvolta può anche generare una vendita, ma questo è soltanto l’atto finale che generalmente si consuma al di fuori dei social network, ad esempio sulla nostra landing page.

Leggi anche:

Molti contenuti, poche interazioni.

Quindi, usare correttamente i social significa instaurare interazioni reciprocamente fruttuose.

Per esempio, in cambio di un contenuto rilevante per gli interessi dell’utente, riceveremo in cambio una reaction (il famoso “mi piace”) o un clic sul link.

Per questo, sui social occorre sempre sapere cosa fare e come farlo.

Invece, per un professionista o un’azienda, usare i social network senza una strategia significa perdere opportunità commerciali, e molto spesso è addirittura controproducente perché sminuisce la propria immagine.

Infatti, per usare i social a proprio vantaggio, occorre conoscere e applicare gli strumenti giusti.

Misurare la grandezza del nostro pubblico

L’obiettivo principale quando iniziamo a usare i social come strumento di promozione della nostra attività è aumentare la copertura, cioè il numero di persone raggiunte dai nostri post.

Attualmente, i principali social network misurano due tipi di copertura:

  • organica, con la semplice condivisione di immagini, link, aggiornamenti di stato, ed altre attività gratuite;
  • a pagamento, attraverso inserzioni sponsorizzate e post messi in evidenza con un investimento variabile.

La progettazione di una o più campagne a pagamento, anche se di portata ridotta, richiede competenze piuttosto complesse di social media marketing.

Leggi anche:

Come aumentare la quantità e la qualità delle interazioni spontanee

Invece, per aumentare la portata organica dei nostri post, cioè pubblicando gratuitamente i nostri contenuti, occorre:

1) Individuare i social network più adatti alla nostra attività

I social network sono tanti e piuttosto diversi tra loro, ciascuno con delle caratteristiche che lo possono rendere più o meno utile per la nostra attività.

Attualmente in Italia, i social network più diffusi sono:

  • Facebook – In assoluto il più popolare, utilizzato da un pubblico eterogeneo;
  • Instagram – Perfetto per contenuti a forte impatto visivo, usato soprattuto dai più giovani;
  • LinkedIn – Considerato il social network dei professionisti;
  • YouTube – Progettato e realizzato per la condivisione di video

2) Essere riconoscibili

Il secondo passo é progettare una strategia di comunicazione basata su alcuni tratti distintivi che identifichino il più possibile la nostra azienda.

Per esempio, una combinazione di colori, uno stile grafico o un registro comunicativo che vengano percepiti come accattivanti e originali.

3) Pubblicare contenuti interessanti di diverse fonti

Una delle tentazioni a cui è più difficile resistere è parlare sempre e solo di sé stessi.

Invece, per mantenere la migliore immagine social, occorre diversificare la nostra offerta.

L’importante è condividere contenuti interessanti per il nostro pubblico, centrando sempre il focus dell’attività.

Per esempio, è utile suddividere la propria programmazione in:

  • 50% – link e contenuti esterni, attingendo a fonti autorevoli di diversa natura
  • 25% – contenuti interni, parlando dei propri servizi e prodotti, vita aziendale, etc.
  • 25% – contenuti interattivi come sondaggi, quiz, concorsi, etc.

4) Programmare le pubblicazioni

Per riuscire a pubblicare con regolarità, è indispensabile preparare un calendario degli argomenti con un anticipo di almeno due mesi.

Inoltre, tutti i social network consentono la programmazione, cioè la pubblicazione posticipata dei post.

Per questo, é consigliabile caricare più post alla volta, impostando come data di pubblicazione quella prevista dal calendario.

Questo è il sistema più efficace per usare i social network per lavoro e incrementare il numero di interazioni spontanee del pubblico con la tua pagina.

Leggi anche:

Condividi questo articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: