NEWS

Il lavoro che non si vede

Un impiego non retribuito

Ogni primo maggio, da 130 anni, in molti paesi del mondo si celebra la Festa dei lavoratori, nata per ricordare le lotte per la riduzione della giornata lavorativa. Non c’è dubbio che in questa direzione siano stati fatti molti passi avanti: limite dell’orario, ferie pagate, maggiore gratificazione dei festivi lavorati, retribuzione dello straordinario.

Però, da un po’ di tempo a questa parte, con l’incolpevole complicità della tecnologia, all’impiego che svolgiamo consapevolmente, se ne aggiunge in maniera sempre più invasiva un altro. Vi dedichiamo molto più tempo di quanto possiamo immaginare, e non ci viene assolutamente retribuito.

Uno straordinario vantaggio

Il sociologo Craig Lambert lo definisce lavoro ombra e consiste in una serie di attività al posto dei nostri fornitori, senza che ci venga riconosciuto nulla in cambio. Per esempio, quando preleviamo presso un punto di ritiro un oggetto acquistato online, oppure quando pesiamo la nostra frutta al supermercato, o quando facciamo rifornimento nell’area self.

Il lavoro ombra è quindi una specie di straordinario non richiesto ma offerto sotto forma di vantaggio e riguarda anche mansioni piuttosto delicate o di concetto come la configurazione dello smartphone appena acquistato o l’aggiornamento dei codici di sicurezza dell’home banking,

Un inganno travestito da conquista

Non si tratta solo del tempo o delle energie mentali che perdiamo nell’area fai da te del sito della nostra banca, ad una cassa veloce dell’ipermercato o al self-service di una stazione di servizio. La verità è che, in tutte quelle occasioni svolgiamo un vero e proprio lavoro per il quale non siamo pagati, accettando in silenzio ogni tipo di inconveniente nel nome di un inganno travestito da conquista: la nostra autonomia.

In realtà, se ci occupiamo da soli della nostra spesa, dovremmo in qualche modo partecipare del risparmio del supermercato che impiega un commesso o un cassiere in meno. Le banche, che hanno colto in pieno il senso di questo gap, hanno aumentato il costo dei servizi allo sportello. Questa mossa vale due punti: da una parte offre al cliente la percezione di risparmiare, dall’altra porta un guadagno ancora maggiore su un servizio già ben retribuito.

Ma non è solo questione di soldi.

Un paradosso geniale

Tutto questo lavoro che che svolgiamo al posto di qualcun altro, senza guadagnarci nulla, influenza pesantemente il bilancio delle nostre vite. Infatti, per svolgerlo, impieghiamo molto più tempo di quanto possiamo immaginare sottraendolo, oltre che al nostro tempo libero, ad altre occupazioni più importanti ma meno urgenti e delegabili.

Questo sistema è davvero geniale perché la stragrande maggioranza delle persone che vi aderisce, non se ne rende conto. Inoltre, mentre l’automazione di questi processi avrebbe dovuto renderci più liberi, restituendoci tempo e risorse, di fatto ha peggiorato la situazione.

Numerosi  compiti ombra hanno infiltrato le nostre routine quotidiane, sistemandosi come abitudini mentre portiamo i nostri bambini a scuola o facciamo colazione al bar.

Craig Lambert

Infatti, fino a qualche tempo fa, dopo aver lavorato per produrre, potevamo consumare, adesso continuiamo a lavorare anche mentre consumiamo. È facile immaginare che proprio in questo gioco affondino le radici del burnout che colpisce molti lavoratori, in Italia e nel mondo. Senza contare il fatto che, scambiarsi anche solo poche parole con un commesso, un cassiere o un impiegato, contribuisce a tenere viva la propria rete sociale, piccola o grande che sia.

Categorie:NEWS, SVILUPPO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...