Le 7 cose da fare per realizzare il peggior sito WordPress di sempre

Se vuoi realizzare il peggior sito WordPress di sempre, questa è la guida che fa per te!

Attenzione! Questo articolo ha un intento assolutamente ironico. Contemporaneamente, contiene spunti di riflessione che possono aiutarti a fare un passo avanti, nella progettazione di siti WordPress in particolare, e come comunicatore in generale. Per questo, ti invito a considerarlo una piccola guida sulle cose che non dovresti mai fare se hai deciso di realizzare un sito WordPress per la tua professione, associazione o azienda, e soprattutto per un cliente pagante.

Infatti, queste sette cose descrivono alcuni atteggiamenti professionali (e mentali) fin troppo comuni tra i designer di siti WordPress.

Queste cattive pratiche, oltre a danneggiare i clienti di chi le attua, hanno inevitabilmente un forte impatto negativo su tutta la categoria.

1. Considerare “carino” il parametro più importante della progettazione dei tuoi siti WordPress

Un sito carino è un sito buono, lo sanno tutti!

Per questo, realizzare un sito carino è la cosa più importante che tu possa fare per la tua professione, associazione o azienda, e soprattutto per un tuo cliente. 

Quindi, non perdere tempo con:

  • presentazione dei contenuti chiara ed efficace,
  • ottimizzazione SEO di pagine e articoli,
  • rispetto dei criteri di accessibilità,
  • piena responsività,

ed altre attività del genere.

Concentrati invece su tutto quello che renderà il tuo nuovo sito WordPress il più carino possibile: gif animate, video che partono a sorpresa, font arzigogolati o il sempreverde Comic Sans.

realizzare-peggior-sito-wordpress-di-sempre-comic-sans-logositalia
una simulazione del sito logositalia.com con il font comic sans

2. Pensare che un design minimale sia la soluzione migliore per qualunque tipo di sito

Per fare questo, occorre partire da un presupposto.

Se la Apple ha fatto del design minimale, senza ombre, sfumature e texture uno dei suoi punti di forza principali, perché tu dovresti fare diversamente?

Infatti, seguire l’esempio dell’azienda della Silicon Valley è la soluzione migliore per realizzare qualunque tipo di sito WordPress.

Inoltre, se hai molti clienti, realizzare siti con un design minimale comporta diversi vantaggi pratici:

  • sono veloci da realizzare; quindi, a parità di cifra richiesta, il tuo compenso orario risulterà più alto.
  • sono facili da programmare; infatti, basta accostare un po’ di blocchi di testo e immagini e chiamarlo struttura;
  • fanno incredibilmente tendenza: presentando un sito minimale, è più facile convincere i tuoi clienti che quello sia l’apice assoluto del web design moderno.

3. Avere la mentalità del “come realizzare un sito WordPress gratis”

Chiediti sinceramente: perché mai dovresti comprare un tema di qualità, magari pagandolo anche qualche decina di euro?

C’è un’alternativa valida e molto più conveniente: realizzare un sito WordPress gratis, cercando di modificare un tema free attraverso il CSS aggiuntivo e l’editor della console di amministrazione. 

Se dovesse sembrarti un po’ complicato, non temere perché non dovrai nemmeno fare tutto da solo.

Infatti, gli utenti di community come Stack Overflow, Github, Code Project e tante altre, sono sempre pronti ad aiutarti a risolvere ogni dubbio

Uno screenshot del popolarissimo stackoverflow.com in cui un utente chiede informazioni alla community

E poi naturalmente ci sono i fantastici tutorial su YouTube: alcuni sono fatti davvero bene e nella maggior parte dei casi riguardano versioni neanche troppo vecchie di WordPress.

Il vantaggio principale di questo approccio è che potresti riuscire a:

  • convincere il tuo cliente che il tuo sito è migliore perchè è fatto a mano, riga per riga;
  • farti pagare di più per il difficile e lungo lavoro di personalizzazione del codice.

Quindi, non lasciarti tentare dall’idea di comprare risorse collaudate e testate in tutto il mondo, create da programmatori professionisti, che da anni progettano e realizzano temi WordPress per lavoro.

Ma soprattutto, se hai deciso di realizzare un sito WordPress per la tua attività professionale, associazione o azienda, non delegare mai questo compito ad un’agenzia esterna: cercheranno sempre di metterci del loro e non lo faranno mai gratis.

4. Criticare, disprezzare, deridere l’attuale sito web del tuo potenziale cliente

Questo è un passaggio quasi obbligatorio: la prima cosa da fare quando un cliente ti contatta, naturalmente prima che ti affidi il lavoro, è criticare il suo attuale sito web. 

Infatti, specialmente se l’attuale sito non è realizzato in WordPress, criticare, disprezzare, deridere il lavoro di chi ti ha preceduto mostrerà chiaramente l’efficacia dei tuoi argomenti.

Inoltre così facendo, dimostrerai al tuo potenziale cliente quanta esperienza hai davvero, sia nella progettazione di siti WordPress, che in generale come comunicatore.

Non puoi neanche immaginare quanto siano grandi le probabilità che il tuo cliente pensi: 

Bene, questa persona è proprio quella che stavo cercando, guarda come è impaziente di criticare il mio sito!

realizzare-peggior-sito-wordpress-di-sempre-criticare-attuale-sito-cliente-logositalia

5. Non complicarsi la vita chiedendo ai clienti qual è il pubblico in target del sito web

Se il tuo cliente ti chiede di creare un sito web, non perdere tempo con noiose interviste sul tipo di sito che ha in mente, o sugli argomenti che vorrebbe trattare.

Inoltre, ricorda che non c’è nessun bisogno di approfondire dettagli come:

  • le caratteristiche del professionista, associazione o azienda rappresentata;
  • i risultati attesi come l’affermazione in nuovi mercati, l’espansione della clientela, l’aumento del fatturato, e altri;
  • il tono di voce e l’approccio generale delle strategie di comunicazione;

ma soprattutto, non ti complicare la vita chiedendo qual è il pubblico in target del sito.

Questi non sono problemi tuoi: se il cliente ti chiede di realizzare un sito web, tu limitati a realizzare un sito web carino e non fare troppe domande. 

Lo stesso discorso vale se il sito web è il tuo.

Ricorda cosa ti ho detto all’inizio dell’articolo: realizzare un sito carino è la cosa più importante che tu possa fare per per un tuo cliente, ma anche per te stesso o la tua associazione o azienda.

6. Ignorare completamente il lavoro degli altri 

Qualcuno ha detto che il modo più efficace di essere creativi è realizzare la nostra versione, oppure la combinazione di differenti versioni di qualcosa che già esiste.

Sempre secondo questa teoria, per realizzare qualcosa di veramente originale, occorrerebbe informarsi, conoscere, studiare il lavoro che altre persone hanno fatto prima di noi.

Non lasciarti ingannare.

Forse questa regola può valere nel campo della letteratura, settore in cui dicono convenga aver letto molti libri prima di scriverne uno.

O anche nella musica e nell’arte in genere, se non altro per evitare un plagio involontario.

Invece, per realizzare un sito web per la tua professione, associazione o azienda, e soprattutto per un cliente pagante, è fondamentale ignorare completamente il lavoro degli altri designer.

Non preoccuparti di conoscere quali sono le scelte tecniche, grafiche, progettuali di nessun altro sito, specialmente quelli più belli e visitati, che siano su WordPress o qualunque altra piattaforma.

Ricorda di fare affidamento esclusivamente  su ciò che, da solo, puoi inventare in modo creativo, partendo ogni volta da zero.

realizzare-peggior-sito-wordpress-di-sempre-ignorare-lavoro-degli-altri-logositalia.

Quindi non accettare nessun input esterno, e non lasciare che le tue intuizioni vengano contaminate dalle conoscenze o idee di altre persone.

Inoltre, abbi cura di ignorare ogni piccola informazione che trovi, anche casualmente: anche se ha funzionato per altri, molto probabilmente per te è diverso.

Questo discorso vale soprattutto se la soluzione proposta ti richiede di mettere in discussione quello che hai fatto finora: è uno sforzo aggiuntivo per il quale non vieni pagato. 

7. Rendere più carino un sito appena creato, installando molti plugin

Quando cominci a realizzare un sito in WordPress, all’inizio sembra sempre un po’ vuoto.

Per risolvere questo problema, e rendere più carino il sito che hai appena creato, ci sono due ottime soluzioni:

  • scegliere il tema più appropriato ai contenuti disponibili e lavorare alla migliore presentazione di immagini e testo, oppure
  • installare molti plug-in, fino a quando non hai riempito ogni spazio utilizzabile del layout.

Naturalmente, la seconda soluzione è di gran lunga la più conveniente.

Infatti, da una parte è molto più facile e veloce da adottare, dall’altra darai l’impressione di aver svolto molto più lavoro, e per questo potrai farti pagare di più.

Questi sono solo un esempio degli svariati plug-in che ti aiuteranno a riempire le barre laterali e tutte le aree dei widget presenti nel tema che hai scelto:

  • calendario dei post pubblicati
  • post più recenti
  • post più popolari
  • post casuali
  • post scelti dall’editore
  • orologio con fasi lunari
  • widget che simulano un certo numero di visite o di utenti online
  • guestbook
  • blogroll
  • tag cloud personalizzate

Naturalmente, non tralasciare la newsfeed di Instagram e l’immancabile seguici su Facebook, ricordando di attivare la visualizzatore del numero totale di mi piace alla tua pagina.

realizzare-peggior-sito-wordpress-di-sempre-installa-molti-plugin-logositalia
Il sito di lingscar.com è spesso utilizzato come esempio di sito brutto

E se invece non volessi realizzare il peggior sito WordPress di sempre?

Se invece non volessi realizzare il peggior sito WordPress di sempre, ho una buona e una cattiva notizia per te.

Quella buona è che ora sai che dovrai cominciare ad evitare di fare almeno la metà delle cose descritte in questo articolo.

Quella cattiva è che questo non sarà sufficiente, infatti:

  • progettare un’architettura funzionale, 
  • adottare un design appropriato ai contenuti e alle finalità del sito, 
  • studiare attentamente le soluzioni adottate da grandi aziende e dai competitor,
  • utilizzare un tema di qualità e il giusto numero di plugin

sono solo il primo passo.

L’elemento in grado di fare davvero la differenza, e che contraddistinguere un buon sito realizzato in WordPress o qualunque altra piattaforma, è la capacità di entrare in relazione con i visitatori.

Per questo, è molto importante prestare la massima attenzione al modo in cui comunichi attraverso il tuo sito.

Infatti, cadere dall’altra parte è più facile di quanto sembri: basta fare le cose in fretta, con un pizzico di pigrizia, o in maniera approssimativa.


Vuoi maggiori informazioni sulle cose da fare per realizzare un buon sito WordPress?

Scrivimi, ti risponderò prestissimo


Condividi questo articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: